Luisa Pillera

CURRICULUM PERSONALE

Nome: Luisa Pillera.

Generalità: Nata ad Augusta il 4 dicembre 1950. Sposata con Enzo dal 16 dicembre 1972 e madre di Ielsa, Ileana e Sabrina.

Titolo conseguiti: Diploma di Ragioniere presso l’I.T.C “A. Rizza” di Siracusa.

Studi religiosi: Triennio di base corso di teologia organizzato dalla Diocesi di Siracusa – Vicariato di Augusta.

Nella evangelizzazione:
Dal 1997 ha preso contatto con la Scuola di Evangelizzazione Sant’Andrea attraverso i corsi di evangelizzazione. Dall’ottobre 2004 al dicembre 2009 è stata la responsabile, assieme ad Enzo, della Scuola di Evangelizzazione Sant’Andrea della Parrocchia Santa Lucia di Augusta (SR). Dal 2013 è membro del Centro Kerigma per la Nuova Evangelizzazione.

Predicazione ed evangelizzazione: In Italia ed in Guinea Bissau (Africa).

TESTIMONIANZA DI VITA

Sono nata a vita nuova il 29.11.1993. Questo vuol dire che per ben 43 anni della mia vita non ho potuto godere la gioia e la consapevolezza di essere amata da Dio come figlia unica.

Andando indietro con i ricordi riconosco che, già fin dall’inizio, Dio mi ha fatto segno di grande predilezione, essendosi manifestato a me solo a poche ore di distanza da mio marito. In altre parole la nostra prima conversione porta la stessa data.

Ancora oggi mi colpisce la straordinarietà di questo incontro. Non cercavo Dio, almeno consapevolmente, di Lui avevo solo un’idea nebulosa e lontanissima. Eppure quella notte del 29 novembre, Lui è venuto a cercarmi: “non voi avete scelto me ma io ho scelto voi…”. Non sapevo chi fosse, nessuno me lo aveva mai presentato; da questo nulla assoluto si faceva strada prepotentemente l’urgenza di sapere “tutto” di Lui.

Ricordo che quella notte stessa mi misi sulle Sue tracce attraverso i libri. Mi iscrissi subito ad un corso di teologia di base che frequentai assiduamente per tre anni dando puntualmente tutti gli esami. Ricordo la mia fame di Dio (dovevo recuperare in fretta!), la voracità con la quale leggevo, l’entusiasmo col quale scoprivo mano a mano le sue meraviglie.

Nel 1996 nacquero nella mia parrocchia le cellule di evangelizzazione. Divenni leader di cellula. Il 7-8-9 dicembre del 1997, per la prima volta, partecipai ad un corso della Scuola di Evangelizzazione Sant’Andrea. In quella occasione il Signore aveva fissato a me ed ad Enzo un nuovo appuntamento. L’esperienza che avemmo di Dio rimarrà indelebile nel nostro cuore e nella nostra mente.

Ad aprile del 2000 cominciammo a riprodurre i corsi nella nostra comunità parrocchiale in modo ininterrotto fino all’ottobre del 2004. In questa data, infatti, il nostro sacerdote Don Angelo Saraceno, certamente ispirato dallo Spirito Santo, designa me ed Enzo responsabili di una scuola di evangelizzazione parrocchiale. Inizia così una nuova realtà; stiamo cercando, infatti, di attuare meglio la metodologia della Scuola Sant’Andrea, istruendo di volta in volta le varie equipes, sempre nuove, per la realizzazione dei corsi. In questi ultimi due anni abbiamo realizzato undici corsi di cui uno anche a Bafatà in Guinea Bissau.

Posso testimoniare che Dio ha veramente fatto meraviglie per me ed Enzo; lo abbiamo sempre sentito vicino, anche nei momenti più bui e dolorosi che in questi anni non sono mancati. Ha compiuto e continua a compiere meraviglie. Quella più grande è il fuoco che ha posto dentro il mio cuore che, non solo non si spegne, ma si accende sempre di più, lo zelo apostolico per il quale sono disposta a lavorare con entusiasmo, spinta dall’urgenza di portare la luce di Cristo al mondo.

Ho scoperto, insieme a mio marito, che la metodologia di annuncio della Scuola Sant’Andrea è senza dubbio vincente, poiché coinvolge in modo semplice ed al contempo efficace. Siamo stati testimoni di tante conversioni, che Dio ha operato in molti fratelli; di tante esistenze rinnovate, di famiglie riconciliate.

Come non essere grati a Dio per questa Sua opera che scaturisce dalla fedeltà del Suo amore? E’ quello che vogliamo annunciare io ed Enzo, in misura della fede ricevuta, fino a quando ne avremo la forza ed il Signore lo permetterà. A Lui la lode riconoscente del mio cuore… “poichè buono è il Signore, eterna la Sua misericordia, la Sua fedeltà a ogni generazione” (Sal 100,5).